lunedì 27 ottobre 2014

Corso Food Forest in pratica - 28, 29 e 30 novembre

FOOD FOREST
ovvero come trasformare un fazzoletto di terra in un bocconcino prelibato
presso l'azienda biologica Amaltea
Rivalto di CHIANNI (Pi)

28, 29 e 30 novembre 2014
corso con Stefano Soldati

"Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose
che nessun maestro ti dirà.»
Bernardo di Chiaravalle
Cos’è una Food Forest?
Un sistema agricolo composto da  alberi, arbusti, cespugli, rampicanti, piante erbacee perenni da foglia e da radice, che producano frutti, foglie, fiori, radici, legna utilizzabili in cucina o erboristeria. Riproducendo quanto fa la Natura, faremo un giardino che diventerà al più presto autosufficiente, assai produttivo ed estremamente bello.

giardino commestibileCosa faremo nel corso:
Impariamo a conoscere, riconoscere e trapiantare le principali piante commestibili utilizzabili: noci, kaki, noccioli, salici, giuggioli, sambuchi, corbezzoli, rose canine, pruni, mirabolani e moltissime altre!
Parleremo anche di piante succedanee, insolite, utili: pianta del pepe, della cera, della cannella, da fibra, ecc.
Vedremo di come si riproducono le piante, degli utilizzi, le epoche di raccolta, le loro proprietà e criteri di progettazione.
Parleremo di MICORRIZE, della loro fondamentale importanza per la fertilità della terra, come salvaguardarle, riprodurle, innestarle e come ripristinarle in terreni maltrattati.
Materiale didattico:
file di articoli, fotografie, testi, indirizzi di vivaisti ed altro.
Ogni corsista deve portarsi:
- se li avete portate: semi, piantine, pasta madre, madre dell'aceto, ... altro? da scambiare con gli altri
- entusiasmo (obbligatorio)
stefanosoldatiDocente: Stefano Soldati, diplomato con lode in Erboristeria all’Università di Urbino; da oltre venticinque anni si occupa di agricolture alternative. Da diciotto anni gira per il mondo insegnando cerealicoltura biologica, gestione aziendale e successivamente costruzioni con balle di paglia. É uno dei primi quattro italiani diplomati in Permacultura. È stato il primo presidente della Accademia Italiana di Permacultura. È docente presso la Scuola di Pratiche Sostenibili di Milano, presso l’Ecovillaggio GAIA a Navarro (Argentina) e presso il CAT in Galles (UK). Ha approfondito con Martin Crawford i metodi di progettazione di "forest gardening". E' stato il primo in Italia a tenere corsi sulla realizzazione di giardini commestibili e nel periodo 2011/2013 ne ha realizzati quindici.

giovedì 21 agosto 2014

Giugno 2014: Progettazione partecipata in permacultura

Ringraziamo tutti i partecipanti al corso di Progettazione Partecipata in Permacutura organizzato in collaborazione con l'associazione 1virgola618 e con la Boa di Pramaggiore.
Per raccontare l'esperienza e i momenti condivisi assieme qui abbiamo deciso di pubblicare alcune foto!!
Un ringraziamnto speciale al fantastico docente Stefano Soldati.

I pranzi e le cene sono state preparate dalla Casa Laboratorio bambù, nuovo progetto di alcuni amici che vede uniti catering di cucina vegana, laboratori di autoproduzioni e laboratori creativi.


Il lavoro in campo, modo per condividere il nostro quotidiano

l'osservazione, base della progettazione e....




venerdì 11 aprile 2014

Corso di progettazione partecipata in permacultura

Progettazione Partecipata in Permacultura
                   13, 14 e 15 giugno 2014  con Stefano Soldati
                                          organizzato dall' associazione 1virgola618
     presso l'azienda agribiologica Amaltea Rivalto di Chianni (Pisa)

La Permacultura è un processo integrato di progettazione che dà come risultato un ambiente sostenibile, equilibrato ed estetico.
È progettazione e gestione ecosostenibile integrata di insediamenti umani e produttivi nel territorio prendendo spunto dagli ecosistemi naturali, considerando la biodiversità, la stabilità, la flessibilità e la resilienza nella progettazione consapevole ed etica dei sistemi antropizzati.

Questo corso è il primo passo per iniziare a capire come progettare in modo sostenibile per costruire un futuro armonioso per i nostri figli.
Gli strumenti didattici utilizzati ci porteranno a utilizzare l’osservazione, la cooperazione, la ricerca e l’apertura necessaria ad apprendere da quanto ci circonda.

A chi è rivolto?
A chi sa già tutto di Permacultura e a chi non ne sa niente

Cosa faremo nel corso:
Lavoreremo sul progetto di una fattoria che tenda all'autosufficienza, assai produttiva ed estremamente bella. Pianteremo semi di Permacultura = semi dell’Abbondanza.
permacultura 
Programma indicativo
Introduzione
Che cos’è la Permacultura
Etiche e Principi
L’osservazione in Permacultura e pratica di osservazione
Riconoscere, osservare e capire i modelli naturali
Progettazione e metodologie di progettazione
Rilevazione degli elementi essenziali per i settori di progetto
La zonizzazione: dalla zona 00 alla zona 5
Coltivazioni e allevamenti
Fossi livellari e curve di livello
Trasformiamo problemi in soluzioni
Abitare
Progettazione di gruppo

Ogni corsista deve portarsi:
carta, matita, squadrette, colori (pennarelli o pastelli, etc.)
vestiti e scarpe da lavoro
chi vuole può portare semi, piantine, pasta madre, madre dell'aceto, altro? da scambiare con gli altri
chi può/ha/sa suonare porti strumenti musicali, canzonieri... (fondamentali nei corsi di Permacultura)
entusiasmo (obbligatorio)

permacultura 















Stefano Soldati da quasi trent’anni si occupa di agricolture alternative. Da venti anni gira per il mondo insegnando cerealicoltura biologica, management aziendale e successivamente Permacultura e da quasi dieci anni le tecniche di costruzione con balle di paglia. É uno dei primi quattro italiani diplomati in Permacultura. È stato il primo Presidente della Accademia Italiana di Permacultura. Ha studiato nel Regno Unito con Barbara Jones le tecniche di costruzione con balle di paglia, l'intonaco in terra cruda e in calce, formandosi come progettista e docente. È docente presso la Scuola di Pratiche Sostenibili di Milano, presso l’Ecovillaggio GAIA a Navarro (Argentina) e presso il CAT in Galles (UK). Ha tenuto workshop presso lo IUAV – Venezia e seminari presso i Politecnici di Palermo, Torino, Milano. Nel 2011 è stato chiamato insieme a David Holmgren (co-fondatore della Permacultura mondiale) dal Governo Argentino come giudice esperto internazionale per il concorso di idee progetto ‘ELEC’.